La verità sul ritorno degli Scisma

A bocce ferme, ora che la tempesta è passata, il rincorrersi di voci pure, con la presa di posizione della casa discografica e del gruppo stesso, finalmente pronti ad annunciare la verità, posso permettermi di tornare sull’oggetto della discussione.

http://www.woodworm-music.com/2015/09/02/scisma/

Giorni fa, esattamente sabato, noi di Troublezine.it, ce ne uscimmo con un articolo di questo tenore, inerente un ritorno importante nell’ambito della musica rock italiana: quello degli Scisma!

http://www.troublezine.it/columns/20088/scisma-pronti-a-tornare

La band della sponda bresciana del Garda, attiva negli anni ’90 ha lasciato un segno profondo nei cuori di tanti appassionati ma non è il caso in questa sede di ripercorrere le tappe di quello splendido periodo (per questo vi rimando sopra al link del mio pezzo), qui mi preme soffermarmi sulla questione delle fonti.

Riccardo Cavrioli, non solo bravissimo giornalista musicale in forza a Rockerilla e tra i più influenti redattori del sito per cui collaboro, ma soprattutto un carissimo amico,“fiutato” il colpo, mi aveva commissionato il pezzo, tenendo conto poi che all’epoca io e lui eravamo davvero vicini al gruppo, non solo presenti ai loro show in qualità di spettatori, ma lavorando come speaker per una radio locale, avevamo avuto modo di conoscerli bene, intervistandoli più volte ed entrando, in un periodo molto lontano dai social, in amicizia con tutti i componenti. Non fummo gli unici ovviamente, perché se c’è stata una band all’epoca in grado di fraternizzare con i loro fans, grazie a modi affabili, gentili e a una encomiabile disponibilità e umanità, è quella degli Scisma, però specie Ricky ha mantenuto i rapporti con loro, nonostante col tempo, considerata che poi l’attività del gruppo terminò a inizio decennio del 2000, siano divenuti più sporadici.

Io per scrupolo, documentandomi per avere conferma di una data precisa su un evento che li riguardava (nella fattispecie, il loro ultimo concerto ufficiale), feci la cosa più semplice e a portata di click del mondo, consultare wikipedia. Lì ho trovato la prima notizia relativa al ritorno degli Scisma, data per “ufficiale”, con tanto di uscita di un nuovo album ad ottobre. Quelle “famose” due righe stringate che poi hanno fatto letteralmente il giro del web fra i tanti appassionati di musica italiana. Ecco il punto: già il giorno stesso, ma soprattutto in quelli successivi, le condivisioni (nonostante Troublezine sia stato il primo sito a scrivere un articolo vero e proprio sul loro ritorno) della notizia si sono susseguite, tutte riportando come fonte wikipedia.

Non solo, sono pure affiorati diversi commenti qua e là di persone che “sapevano” la notizia ma che, quasi fosse un tacito accordo, l’avevano tenuta per sé. Come fatto da noi, ad esempio.

Lo scrupolo nel pubblicare l’articolo è stato massimo, ma nel momento in cui wikipedia aveva anticipato la stessa label per cui uscirà il disco (la Woodworm che si era, come dire, limitata nei giorni precedenti a lanciare l’amo dalla propria pagina facebook, parlando di uscita imperdibile o una roba del genere), pur dopo altro attento confronto, abbiamo deciso fosse il caso di pubblicare PER PRIMI la notizia.

E sì, riportando wikipedia e mantenendo il dubbio (anche se dire che avessimo fonti vicinissime agli ambienti del gruppo è riduttivo), perché così ci sembrava giusto e, soprattutto, professionale.

Che poi, specie negli ambienti legati al giornalismo indie rock, la notizia tra gli addetti ai lavori fosse più o meno nota (al punto – come detto prima –  che gli “io lo sapevo” si sono poi sprecati!) è un altro discorso, ma di fatto essendo stati i primi un po’ di merito mi sembrava giusto riconoscercelo. Non abbiamo urlato allo “scoop”, un po’ perché non rientra nel nostro stile, e un po’ perché wikipedia rimane, da dicitura, un’enciclopedia libera, aperta a ogni utente (quindi per natura non necessariamente attendibile, non scopro certo l’acqua calda) e non ci andava, non citandola, di dare l’idea al gruppo e alla casa discografica che avessimo avuto la classica “soffiata”.

Che però solo pochi abbiano avuto l’accortezza di linkare il nostro pezzo nel dare la notizia, preferendo annoverare tra le fonti wiki, quello scoccia. Saremmo anche piccoli ma sappiamo lavorare. Siti a vastissima diffusione come quelli di Xl e di Rockit hanno bellamente evitato di farlo. Rockit ha dato la notizia ben due giorni dopo e noto che in tanti poi hanno condiviso la notizia prendendola da loro.

Non sono ingenuo, è naturale che un sito come Rockit abbia tantissimi visitatori e lettori di più rispetto a un sito indipendente come Troublezine, però ritengo che esser stati cauti nel dare la notizia, tenendo il beneficio del dubbio, pur sapendo benissimo che la reunion e relativo disco erano cose certe, ci abbia col senno di poi, penalizzato. Avessimo sparato lo scoop ci sarebbe stato più risalto.

Da che mondo è mondo, pesce grande mangia pesce piccolo, e pazienza se ci hanno “sorpassato”, andando al limite a riprendere la notizia da wikipedia ma il punto, anche molto semplice da comprendere, è questo: chi si è preso la briga di andare a consultare, così dal nulla, la pagina wiki degli Scisma?

Siamo stati noi di Troublezine, e nella fattispecie io, mentre stavo scrivendo il mio articolo.

Non ci sono passato per caso… No, perché sembra che dalla sera alla mattina, tutti si siano svegliati con l’irrefrenabile curiosità di andare a consultare la pagina degli Scisma, che probabilmente era silente da un bel po’. Oppure forse la famosa scritta inerente il loro ritorno vi campeggiava già da giorni ma nessuno l’aveva letta. Quindi, io l’ho letta e l’ho divulgata, su questo non ci piove! Sono rimasto davvero esterrefatto nel trovar scritto qualcosa che non era ancora ufficiale, e a quanto pare nessuno del gruppo e della casa discografica ne era al corrente. Ma una volta che quella fonte, anche se non ufficialmente confermata dalle parti, era on line, a Troublezine abbiamo deciso di anticipare tutti, pubblicando l’articolo.

Perché di quello si tratta nel mio caso, di un articolo vero e proprio, con tutti i crismi, non di una semplice trasposizione di due righe prese da wikipedia.

(Va beh, ho voluto sfogarmi, portate pazienza! 🙂 ) 

Poi, chiaro, la cosa importante (e qui parlo da appassionatissimo di musica indie italiana quale sono, e di musica rock anni ’90, più che da “addetto ai lavori”) è constatare quanto risalto, quanta importanza abbia assunto il ritorno degli Scisma.

Anche solo il fatto che se ne parlasse nelle retrovie, ci regalava forti emozioni. E sapere che si esibiranno nuovamente dal vivo per tre concerti ad ottobre è stupendo: non potrò mancare certamente, per tutto quello che hanno rappresentato per me e per un’intera generazione di ascoltatori di rock italiano.

Grandissimi Scisma! E’ proprio vero che non li avevamo dimenticati!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...