“Revolution 90”, il mio saggio sugli artisti italiani che hanno contraddistinto quello splendido decennio sta arrivando… quasi terminata la prima stesura!

Solo un aggiornamento ma importante dal punto di vista editoriale… in queste settimane, pur essendo ancora ricoverato in ospedale, sto molto meglio, mi sto riprendendo soprattutto fisicamente, mentre dal punto di vista psicologico ho sempre cercato di mantenermi sulla soglia di un timido ma sincero ottimismo, considerato il parere dei medici, che mi seguono e mi danno ogni giorno garanzie sulla mia – ormai imminente guarigione – e ciò ha fatto sì che, dopo un periodo di stop (perchè fin quando sei nell’incertezza di certi esiti è davvero difficile concentrarsi) riprendessi in mano le redini del mio nuovo progetto scrittevole.

Parlavo di saggio musicale e difatti il mio libro, incentrato sugli artisti italiani degli anni ’90, lo è strutturalmente, ma col tempo ho deciso di connotarlo di un po’ di sana “umanità”… in fondo quel decennio per me, nel quale sono passato dai 14 ai 24 anni, oltre che formativo in ambito musicale – lì ero stato più precoce a dire il vero, visto le notevoli influenze “casalinghe” – lo è stato soprattutto a livello esistenziale e allora ad ogni disco e artista preso in considerazione ho voluto dare un contributo più intimo, associando di volta in volta un ricordo, un aneddoto. Credo di essere sulla strada giusta per raggiungere il mio obiettivo!

Scrivo quindi per dire che solo negli ultimi 15 giorni ho “bruciato” quasi 150 pagine di word per ultimare le schede, almeno “allo stato grezzo”, diciamo così per semplificare; ora in fondo si tratterà (ma sarà la parte più divertente) di integrare con le parti personali, che ho già tutte ben delineate nella mia testa, e ovviamente rivisitare e integrare con indici , fonti e robe simili.

Ho anche già in mente la copertina che vorrei, visto il positivo riscontro dei miei due precedenti libri pubblicati per Nulla die (il romanzo “VERRA’ IL TEMPO PER NOI” e la silloge “PINGUINI DI CARTA”, dal quale ho tratto un reading teatrale/musicale portato con successo in un’unica occasione – poi è subentrata la cattiva salute a interferire i piani promozionali e non solo quelli – ) se ne occupasse nuovamente Maria Teresa Zingaro, cioè la mia adorabile fidanzata, solo che stavolta le commissionerei il soggetto io stesso, visto che ho una precisa idea per un libro che si intitolerà REVOLUTION 90!!!!

alle prossime

Annunci