Un bel tuffo negli anni ’90 con il Jane Doe Trio

Ieri sera ho assistito a un concerto del trio Jane Doe presso il locale “Portici 40” di Cerea, cittadina veronese dove vivo.

La band è solita proporre in veste assolutamente acustica alcune tra le canzoni che hanno fatto la storia degli anni ’90, non solo attingendo dai soliti grandi nomi, ma anche andando a ripescare episodi minori, ma non per questo meno significativi di un decennio assai florido da un punto di vista meramente musicale e culturale.

A detta di molti, l’ultimo vero decennio degno di nota per il mondo delle sette note.

i Jane Doe Trio in concerto al “Portici 40” di Cerea (VR)

Composto da una coppia di fratelli, la cantante Angela Crestani e il chitarrista Stefano, e dal bassista Andrea Arzenton, il Jane Doe Trio ha accompagnato il venerdì sera di una numerosa clientela con interpretazioni misurate ma molto efficaci, fedeli agli originali, pur con la caratterizzazione necessaria che una voce femminile finiva inevitabilmente a confezionare, in brani appartenenti per la maggiore parte a interpreti maschili.

Eccezioni a parte infatti, come ad esempio una riuscitissima “Don’t Speak”, celebre hit degli americani No Doubt dell’eclettica Gwen Stefani, le rivisitazioni dei Nostri guardavano più gruppi capitanati da frontmen. E che frontmen, se pensiamo a gente come Kurt Cobain dei Nirvana (cui viene coverizzata in modo egregio “Come As You Are”), Adam Duritz dei Counting Crows (nel classico “Mr. Jones”) o Brandon Boyd degli Incubus, dei quali viene eseguita la magistrale “Drive”.

Insomma, colpisce molto il modo in cui Angela si appropria di questi pezzi, mostrando innegabili doti canore che ben si adattano anche a canzoni dalle diverse tonalità e atmosfere, cosicchè le riesce facile cimentarsi in brani ariosi come le hit “Lemon Tree” e “Truly, Madly, Deeply” dei quasi omonimi Fool’s Garden e Savage Garden, (brillanti meteore di metà decennio), così come in episodi più oscuri come “Mmm Mmm Mmm Mmm” dei Crash Test Dummies.

A proposito di questi ultimi, non si tratta dell’unico ripescaggio “clamoroso”, nel senso di omaggio a band che furono di successo all’epoca sì, ma anche assai fugace.

Passano in rassegna infatti, suonati alla grande da Stefano e Andrea, anche “Glycerine” dei Bush e “Two Princes” degli Spin Doctors. Bello sentire anche la cover dei Manic Street Preachers, per uno dei loro brani più interessanti, vale a dire “If You Tolerate This, Your Children Will Be Next”, che monopolizzò le classifiche inglesi nel 1998, riscuotendo ottimi riscontri anche in Italia.

In mezzo a tanti gioielli rock, mainstream e meno, fa capolino anche una famosissima canzone interpretata da una pop band, anzi, meglio sarebbe definirla boyband vera e propria: i Take That di Gary Barlow e Robbie Williams che, fra le tante, fecero innamorare orde di fans proprio con la ballata “Back for Good”, scelta dai Jane Doe Trio per l’occasione.

Altra felice incursione nel pop avviene con la cover di “When You Say Nothing at All”, portata al successo dall’ex Boyzone Ronan Keating sul finire del decennio, nel 1999 quando fu inclusa nella commedia brillante “Notting Hill”, con altre due icone dei ’90, quali Julia Roberts e Hugh Grant.

Insomma, non si può certo dire che i mitici anni ’90 non siano stati omaggiati con il giusto criterio, nel migliore dei modi.

Le canzoni scelte dal trio mostrano infatti in questa veste unplugged tutta la loro insita bellezza, e il merito della band è stato quello di trasmettercela con interpretazioni sentite e molto valide.

Hanno avuto questo merito appunto di riportarle a galla, facendoci fare un bel viaggio a ritroso nei ricordi, quando eravamo tutti più giovani e belli, per parafrasare un’altra celebre canzone, ma di qualche decennio più indietro nel tempo.

Adesso però sono loro, i Jane Doe Trio, che meritano di essere ascoltati con attenzione, perchè sono “semplicemente”… bravi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...