Dopo 5 partite il Verona ha 8 punti ma con un campionato così livellato in basso è giusto accontentarsi?

Discutevo con l’amico Francesco Barana, gran tifoso dell’Hellas e valente collaboratore di TeleNuovo su una questione legata alla percezione che vogliamo dare alla nostra squadra del cuore. Il discorso partiva dalle dichiarazioni del bravo mister Mandorlini che, certamente provocato, ha candidamente  ammesso – diciamo pure con un po’ di sano orgoglio – di praticare il catenaccio. Ok, si giocava contro la Roma, autentica corazzata del torneo, assieme alla Juventus, e in fondo chi ha visto la partita (io non ho potuto farlo perché… me ne stavo in viaggio di nozze!) come mio fratello Nico, solitamente obiettivo, ha sostenuto che in fondo l’atteggiamento sia stato quello giusto, confermando che specie nella prima frazione di gara di pericoli all’area avversaria il Verona ne abbia pure creati.

download

Io parto da un presupposto. Ci sono dati oggettivi, come la classifica. 8 punti in 5 partite non sono da buttare, anzi! Siamo a pari di Inter e Milan, davanti al Napoli addirittura, con qualche fantasia accreditato a contendere lo scudetto, alla Fiorentina, eppure francamente non riesco ancora ad entusiasmarmi di questa squadra che, detto per inciso, pur essendo “mandorliniana” nell’anima, è invero profondamente cambiata rispetto alla rivelazione che fu appena pochi mesi fa. Secondo me non dobbiamo correre il rischio di passare per “ingrati”: è giusto ribadire dove eravamo fino a qualche anno fa, prima dell’avvento del tecnico ravvenate. Portogruaro, Salerno, Busto Arsizio, l’arbitro Massa… sono tutti flash, istantanee ancora vivide nei nostri occhi e nei nostri cuori ma… non possiamo continuare a valutare l’operato attuale con l’andamento di quegli anni funesti eppure ancora vicini. Vogliamo consolidarci, crescere: lo vuole giustamente una società ambiziosa, lo vuole l’allenatore che qualcosa in carriera ha pure vinto e credo lo vogliano soprattutto gli appassionati tifosi come noi. Senza tirare in ballo lo storico scudetto, non dobbiamo dimenticare che, a parte quest’ultimo decennio piuttosto buio, coinciso con quel 5 maggio 2002 (che anche gli interisti ricordano amaramente per altri motivi…), con la retrocessione della nostra squadra, all’epoca allenata da Malesani patita in quel di Piacenza, al termine di un girone di ritorno da incubo, in grado di vanificare lo splendido girone d’andata dei vari Mutu, Camoranesi, Oddo, Italiano, Frick, Cassetti. Ma prima di allora, specie dagli anni ’60, furono più gli anni in cui i gialloblu militavano con grande bravura e costanza nella massima serie piuttosto che in B (la C poi era un ricordo sbiaditissimo, perso nella notte dei tempi). Insomma, non sbagliamo quando sosteniamo di essere una “provinciale di lusso”, per questo, è vero sarò schizzinoso o intransigente, ma io vorrei comunque vedere una squadra con una mentalità più aperta, che se la vuole giocare con tutti, propositiva. In un campionato clamorosamente livellato verso il basso, con le due già in fuga, basterebbe davvero poco per provare a emergere, senza correre il rischio di bruciarsi con vani voli pindarici. Mandorlini, sei un grande, ti saremo sempre riconoscenti per averci riportati dove ci compete ma, per carità, nemmeno per scherzo, devi sbandierare il concetto di catenaccio. Non chiudiamoci, anche se con Juve e Roma, in casa loro, sapevo sarebbe stato pressochè impossibile fare punti, almeno con le altre, tipo Palermo o Genoa, per citare gli ultimi incontri disputati al Bentegodi, giochiamocela senza paura, senza attendismi. Propositivi, questo dovremmo essere a mio avviso. Forse camaleontici no, perché ormai il credo tattico più adeguato ai nostri pare questo, e gli esperimenti con la difesa a 5 per favorire un modulo a 2 punte sembra non funzionare o non essere congeniale (con buona pace del big Saviola) ma con la voglia di stupire e di vincere, quello sì. Forza Hellas!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...