Recensione di “Entra nella mia vita”, splendida terza prova “internazionale” della scrittrice Clara Sanchez

A Natale ho regalato a mia mamma il nuovo libro della scrittrice spagnola Clara Sanchez che, dopo il best seller “Il profumo delle foglie di limone” e l’altro suo romanzo tradotto in italiano “La voce invisibile del vento”, tornava con “Entra nella mia vita”.

Un regalo che avrebbe acconsentito anche a me di “perdermi” nuovamente nella scrittura di questa fantastica narratrice, una voce originale, sicura, forte. In rete è facile imbattersi in discussioni sul suo reale valore, ma è destino comune di chiunque esponente creativo arrivi a un determinato successo.

A me lei continua a piacere, per i temi, spesso scottanti, che riesce a mettere su carta, dai quali far partire e confluire le sue intricate vicende, e per il suo stile, ormai consolidato e riconoscibilissimo dopo averne letto tre “prove”.

“Entra nella mia vita” mantiene inalterato la doppia voce, il doppio punto di vista, affidato in questo caso ai pensieri e alle azioni delle due protagoniste, come sempre splendidamente tracciate nei loro profili psicologici. La Sanchez tra le varie frecce al proprio arco, sa come scandagliare l’animo umano e connotare i suoi personaggi di caratteristiche pregnanti. Lo fa anche in questo caso con la galleria di “attori” messi in scena: Veronica, Laura, Ana, Betty, Daniel, Greta, Lilì, Angel, Mateo, Moncalvo, Maria…

clll

Senza entrare nei dettagli della storia, illustrandone la trama, chiudo dicendo che il tema è quello dei bambini rubati, delle false adozioni, argomento spinoso, tabù, emerso nella Spagna di fine anni ’80, periodo in cui sono trasportate le vicende delle due protagoniste che si scoprirà essere sorelle, separate dapprima e poi unite, più che dal destino, dall’indomita voglia di verità della più giovane, Veronica, che sente di dover portare avanti la battaglia della madre, correndo dei grossi rischi.

Un libro avvincente, di quelli che non poseresti più sulla credenza, nonostante le ore della notte scorrano sempre più veloci. Una storia che, come le precedenti della Sanchez, lascia attaccati alle pagine, sempre avvolte da quel senso di tensione e di mistero, nonostante non si tratti nemmeno stavolta di “noir” vero e proprio. E’ piuttosto una “tensione emotiva” che ci accompagna lungo tutta la lettura, fino al finale, in questo caso forse un po’ più scontato rispetto ai due libri precedenti, ma non per questo meno efficace.

Advertisements

4 risposte a “Recensione di “Entra nella mia vita”, splendida terza prova “internazionale” della scrittrice Clara Sanchez

  1. Credo che tu abbia detto l’unica cosa che non dovevi: bambini rubati. Mi pare che sia celato nella trama, insomma, mi pare tu abbia fatto uno spoiler a chi non ha letto ^^ anche se io non sono in quella lista 🙂

    • cavoli… solitamente quando scrivo una recensione o più semplicemente un’opinione cerco sempre di evitare come la peste questa cosa degli spoiler, perchè io per primo, da assiduo lettore, vengo colto da “rabbia incontrollata” quando me ne ritrovo uno davanti! beh, ora è uscito da poco il nuovo libro e cercherò di non leggere nulla e soprattutto, quando si tratterà di scriverne, di non incappare nuovamente in un errore simile 🙂 grazie mille comunque sonia e… per fortuna che tu non eri nella lista 🙂

      • Bè carissimo, se ero in lista non ti avrei letto (LOL)
        Sì perchè vedi, da quel che ricordo la quarta era rimasta syul vagio e la storia del traffico di bambini era un po’ il colpo di scena.
        Un abbraccionee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...