Focus serie B! L’Empoli grande favorita, Trapani la sorpresa che può arrivare in alto e qualche nome su cui puntare per la serie A

l'empolese Rugani, da sempre stella delle Nazionali azzurre giovanili e ora protagonista in prima squadra a 19 anni. al centro della difesa con Tonelli: non era semplice sostituire Regini, ma lui ci sta riuscendo alla grande

l’empolese Rugani, da sempre stella delle Nazionali azzurre giovanili e ora protagonista in prima squadra a 19 anni. al centro della difesa con Tonelli: non era semplice sostituire Regini, ma lui ci sta riuscendo alla grande

 

L’Empoli non smette di stupire: personalmente è la mia favorita per la promozione diretta e non lo dico certo da ora. L’anno scorso la sua corsa è stata frenata sul più bello ma gli ingredienti sono gli stessi e difatti sembra davvero che questi tre mesi estivi non siano passati invano, si è ripartiti da dove si aveva lasciato la corsa, il progetto è in continua crescita. Alla fine le pesanti e inevitabili partenze sono state ben  digerite e l’ innesto di Verdi, talentino classe ’92 cresciuto nel Milan, al posto di Saponara, venduto a peso d’oro allo stesso Milan sulle orme dell’idolo Kakà, oltre al lancio del Primavera Rugani (classe ’94) al centro della difesa in luogo di Regini, hanno fatto sì che Sarri potesse continuare col suo collaudato metodo di gioco, senza muovere uno scacchiere che ormai gioca a memoria, sull’asse Tonelli (difensore goleador) – Valdifiori e imperniata sulla super coppia di veterani Maccarone e Tavano, la migliore della B.

l'esultanza del bomber Djuric dopo la goleada del suo Trapani contro la Reggina

l’esultanza del bomber Djuric dopo la goleada del suo Trapani contro la Reggina

In particolare Rugani non ha proprio patito nessuna emozione, nel passare dalla Primavera (l’anno scorso era in prestito alla Juventus, dopo tutta la trafila empolese) alla prima squadra: nelle giovanili era sempre spiccato per le sue straordinarie doti fisiche e atletiche e ora si sta confermando nel contesto di una difesa collaudata dove, oltre al già citato Tonelli (altro elemento forgiato in casa Empoli; ricordiamo che la squadra toscana è, a detta di chi scrive, seconda solo all’Atalanta come cura e crescita del proprio vivaio) fanno bella figura  Laurini e Hisaj (quest’ultimo, anch’egli prodotto del vivaio classe ’94, conteso fino all’ultimo minuto di calciomercato da diverse squadre, su tutte la Lazio).

Il Palermo, dopo le prime deboli partite, ha messo la marcia e sarà la squadra da battere ma l’Empoli ha veramente tutte le carte in regola per andare direttamente in serie A.

Le sorprese vengono dal  “basso”, o meglio, ora stanno meritatamente in “alto” ma nessuno o quasi lo poteva prevedere: Lanciano, più maturo rispetto alla matricola assoluta che fu l’anno scorso, Avellino e soprattutto Trapani sono lì, a un passo dalle prime e mostrando un gioco da far impallidire i cosiddetti squadroni accreditati alla vigilia.

Chiedete ad esempio alla Reggina, umiliata nel risultato, ma soprattutto sul piano del gioco della truppa di Boscaglia! Il Trapani gioca a memoria, non è mai in riserva d’ossigeno, riuscendo a mantenere e sostenere dei ritmi davvero esagerati per tutta la gara. Un mercato oculato, quello dei siciliani, ragionato e misurato secondo le necessità che una cadetteria richiede. Boscaglia comunque sta lavorando su un gruppo consolidato, tanto che due dei nuovi protagonisti, che hanno innalzato il tasso tecnico, vengono comunque dalla terza serie, e sono Djuric e Nizzetto. Per il resto i totem sono sempre il velocissimo e letale Mancosu, sbocciato tardissimo tra i professionisti e giunto in B a 29 anni, vai a capire il perché! Le sue doti paiono davvero poco comuni: freddezza sotto porta, velocità e resistenza, capacità di saltare l’uomo nell’uno contro uno, assist sempre in canna, duttilità: mi sa che lo vedremo presto in serie A arrivati a questo punto.

Djuric per il sottoscritto non è una novità, anzi, mi stupisco di quanta fatica stia facendo per emergere: ancora giovanissimo, classe ’90, in realtà sono sei anni che ha esordito in Italia e le sue doti tecniche non sono mai state messe in discussione. Solo due anni fa fece un gran campionato a Crotone, con una serie di gol da incorniciare, in rovesciata, da lontano, frutto di tecnica finissima e di personalità: dote quest’ultima che gli è mancata a Cremona, dove – sceso di categoria – doveva rappresentare il “crack” per l’ambiziosa e ricca società grigio rossa e invece è finito per immalinconirsi spesso e volentieri in panchina, raramente incisivo e decisivo alla prova del campo. A Trapani invece sta tornando il bomber prezioso visto da giovanissimo e può fare la differenza in coppia col già citato Mancosu.

Torromino, attaccante emergente del Crotone

Torromino, attaccante emergente del Crotone

Altri protagonisti che si stanno ben affacciando in questa fase iniziale del campionato di serie B sono, restando in tema di attaccanti, Torromino del Crotone, mai così prolifico sotto rete, il quale sta rubando la scena al gioiellino Pettinari, del quale invero si aspetta ancora l’esplosione in fatto di gol e l’arrembante terzino destro dell’Avellino Zappacosta, probabile nuovo perno dell’Under 21 di Di Biagio. Un terzino che seppe stupire tutti l’anno scorso in Lega Pro e che in B pare ancora più a suo agio. Fluidificante si sarebbe detto una volta di chi sapeva attaccare con efficacia, accompagnando di frequente l’azione offensiva, senza perdere in efficacia quando è chiamato a difendere. Zappacosta possiede pure una buona tecnica, un tiro forte e preciso che innesca spesso e volentieri, trovando anche il gol; sulla falsa riga dell’avellinese, a pari ruolo, sta andando benone anche il varesino Fiamozzi, vero e proprio difensore/ala della serie B.

Zappacosta dell'Avellino... con Fiamozzi del Varese è il miglior terzino destro del campionato: per lui futuro in serie A!

Zappacosta dell’Avellino… con Fiamozzi del Varese è il miglior terzino destro del campionato: per lui futuro in serie A!

Insomma, la serie B non smette di strupire e siamo sicuri che l’anno prossimo il serbatoio della massima serie si riempirà e alimenterà di talenti emersi nel contesto di un campionato sempre più coraggioso nello sperimentare e nel lanciare giovani.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...