Music Summer Festival 2 puntata. Nuova chance.. ora basta! Il programma non ha nè capo, nè coda

Dopo le mie “bastonate” in seguito alla prima puntata del Music Summer Festival (https://giannivillegas.wordpress.com/2013/07/05/music-summer-festival-altro-che-festivalbar/)

ho voluto dare un’ulteriore chance alla rassegna canora, molto amplificata da certa stampa generalista. In fondo la musica in tv mi piace ancora ascoltarla e “vederla” e poi solitamente l’esordio è sempre un rodaggio.

Greta Manuzi, seconda classificata ad Amici dietro al rapper Moreno, dopo aver debuttato bene in classifica dei dischi più venduti, si candida inesorabilmente a far man bassa anche qui. La sua vittoria pare sin troppo scontata

Greta Manuzi, seconda classificata ad Amici dietro al rapper Moreno, dopo aver debuttato bene in classifica dei dischi più venduti, si candida inesorabilmente a far man bassa anche qui. La sua vittoria pare sin troppo scontata

Niente da fare: non mi piace. Al di là che non ero proprio in forma ieri sera, anche se uno sforzo l’avrei fatto per uno spettacolo decente.

Ammetto di aver resistito fino alle 22,30 e tanto mi è bastato (come la settimana precedente) per capire chi avrebbe vinto la gara dei giovani. Meno eclatante forse il successo di Clementino, mentre ieri era evidente che la grintosa “amica” Greta Manuzi, seconda nel famoso talent solo al “fenomeno” Moreno, avrebbe vinto. Numerosissimi fan, una popolarità cento volte superiore a quella dei “rivali” in competizione, un brano orecchiabile a lei affine, ma assolutamente impersonale (l’avesse cantato Emma o una qualsiasi fuoriuscita dai talent non lo avrebbe notato nessuno). Prima di allora, una lagna, con i presentatori davvero inadeguati (un appello: mettete un Pinco Pallino qualsiasi al posto di Annichiarico e avrete una resa senz’altro migliore!), palinsesto mal studiato,mal scritto, mal guidato… in pratica, una vetrina pleonastica per i soliti big, abili a promuovere album già decollati nelle vendite e a esibirsi quasi tutti in play back, oltre a sentirsi le “leccatine” palesi quanto scontate dei conduttori. Una gara dei giovani di cui pare francamente fregare poco a tutti, e brani comunque davvero poco interessanti… Inconsistente, improbabile a dir poco Alessandro Casillo. Brano dimenticabile al primo ascolto, lui a disagio e ancora meno interessante. Capisco la scelta di Fazio, anche contro il vecchio regolamento, di non inserirlo quest’anno nella lista dei big a Sanremo. A un età in fase evolutiva come la sua, pare ancora più spaesato. Un conto era vederlo su Io canto in un contesto adatto, a Sanremo Giovani tutto sommato portò un brano sbarazzino e aveva indubbiamente dalla sua l’onda d’urto della recente vittoria al seguitissimo programma di Gerry Scotti. Ora invece non è nè carne, nè pesce e questa problematica dell’età di mezzo colpisce in tutti i settori artistici, a partire dal cinema. Dovrebbe “attendere” un po’ prima di infilarsi in tematiche adulte in modo credibile. Il nuovo loook paradossalmente non lo ha agevolato neppure tanto, sembrava ancora più bambino. Meglio il Luis Miguel d’annata, ma a questo punto anche i Gazosa, almeno si scrivevano e arrangiavano i pezzi da soli. Ieri ho visto un Coez veramente ridicolo, non è il suo contesto e meglio torni sui suoi passi, prima di diventare un fenomeno discutibile come Fedez o Gue Pequeno che, smesso per il momento i panni del duro (almeno finchè non arriverà al primo posto in classifica e ospite fisso in programmi per casalinghe) ha presentato un pezzo davvero debole, “commerciale” dai, diciamolo, nel senso più bieco del termine. E pensare che i Dogo, di cui possiedo tutti i primi dischi erano davvero alternativi e contro un certo “sistema”. Comunque, al di là di queste dissertazioni soggettive, direi che la trasmissione non prende e che bisogna arrendersi all’evidenza: in tv ormai funzionano solo i talent. Nulla di male, per carità, se si produce buona musica, ma un’alternativa deve esserci, “l’altro”, il sommerso non può disperdersi tutto nel magma della rete.

Tra l’altro partirà a breve un altro flop, stavolta però praticamente annunciato. Castrocaro, su rai due, in prima serata. In teoria i tentativi non mancano ma ricordo che l’anno scorso gli ascolti furono imbarazzanti e di fatto non uscì, non dico “emerse” o tanto meno “sfondò” nessun cantante o gruppo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...