Alberto Paloschi: un ritrovato giovane bomber!

7 gol in 10 partite è l’impressionante tabellino di marcia di uno dei giovani attaccanti italiani più promettenti ma meno reclamizzati dell’intero campionato, vale a dire: Alberto Paloschi.

L’attaccante bresciano, di appena 22 anni, è un nome noto della nostra serie A, la cui fama era salita agli onori delle cronache sin dal suo precoce esordio in maglia rossonera con relativo precocissimo gol, dopo una manciata di secondi appena.

Un talento straordinario, più volte accomunato in gioventù a un altro grande attaccante milanista, quel Filippo Inzaghi, sorta di idolo del Nostro.

Già stella degli Allievi Nazionali campioni d’ Italia (con lui in squadra, tra gli altri,  anche lo stopper ex Pescara Romagnoli e il centrocampista del Modena Osuji) per Paloschi sembrano non esserci paletti tra una categoria e l’altra e le successive prove da professionista ne daranno conferma, a iniziare dalla felice parentesi di Parma, purtroppo troncata dal primo di una serie di infortuni che ne inficeranno sin qui la carriera. Alcuni gol sono d’autore, se ne ricordano almeno un paio sopra la media, una giravolta al volo e un tiro a incrociare nel sette. Nel 2011 di rientro da un infortunio, si accasa in prestito al Genoa, dove in pochi minuti effettivi, riesce a siglare un paio di gol e a garantire un grande impegno in area. Poi, dopo il  fugace ritorno al Milan, che abbisogna di tastarne l’efficacia una volta ristabilitosi pienamente dall’infortunio, Paloschi passa al Chievo, per molti la società ideale per esprimersi.

palo

L’inizio è duro, stretto com’è nella concorrenza di tanti giocatori offensivi da alternare al leader Pellissier… eppure Alberto lascia il segno anche nella passata stagione, segnando nelle poche occasioni in cui è al top. Quest’anno quasi si erano dimenticati di lui, invece eccolo qui, a scalare posizioni su posizioni nella classifica dei cannonieri, dove fa bella vista di sè nel contesto di una graduatoria infarcita di gol giovani. Lui  che è stato titolare indiscusso delle varie Under ma che ha perso sinora i treni importanti, può ancora risultare importante in chiave azzurra futura, visto che non gli fanno difetto un innegabile talento e una dote incredibile per un attaccante, vale a dire il fiuto per il gol. Gol di rapina, di precisione, al volo, di testa (che comunque non è il suo forte) o al termine di azioni prolungate, Paloschi sa sempre trovarsi al posto giusto nel momento giusto. E poi, diciamolo, sembra proprio il classico ragazzo della porta accanto, lontano anni luce da certi stereotipi dilaganti, associati alle giovani stelle del nostro football. Un ragazzo serio, che spera solo di non infortunarsi nuovamente sul più bello!

Advertisements

2 risposte a “Alberto Paloschi: un ritrovato giovane bomber!

  1. E’ sicuramente una delle sorprese più liete della stagione in corso, un recupero importantissimo per il nostro calcio. Ritengo che soltanto gli infortuni ne abbiano finora frenato l’ascesa: la buona tecnica e il talento da uomo d’area di rigore erano evidenti già fin dagli esordi, e il carattere non gli manca: il modo in cui è ripartito da Verona, senza abbattersi e continuando a credere nelle proprie potenzialità, lo dimostra in maniera inequivocabile.

    • Alberto è un bravissimo attaccante, nato per il gol. Un ragazzo umile, come davvero se ne contano pochi a questi livelli (un altro è Meggiorini, ma qui parlo con ancora più consapevolezza perchè conosco la sua famiglia). Paloschi spero abbia tante soddisfazioni in carriera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...