Giovani talenti: che fine ha fatto Felice Natalino?

Da un anno circa si sono perse le tracce di uno dei talenti migliori usciti dalle Nazionali azzurre giovanili e, più precisamente. dal vivaio dell’Inter che lo aveva prelevato a sua volta dal Crotone quando aveva solamente 15 anni. Sto parlando di Felice Natalino, validissimo giocatore polivalente, in quanto in grado di ben destreggiarsi sia nella linea difensiva a 4 (meglio a destra) sia come schermo protettivo davanti alla difesa, come gli vidi fare talvolta al Mondiale Under 17, in una mediana composta pure da Fossati (l’ex milanista che finalmente sta emergendo ad Ascoli, dopo l’apprendistato di Latina) e il figlio d’arte De Vitis, uomo di maggior corsa e sostanza. Di Natalino colpivano vari aspetti tecnici: la velocità, la personalità, i buoni piedi, la capacità di inserimento, frequente, a sostegno del laterale offensivo. Insomma, un giocatore pronto, tra l’altro molto prestante fisicamente, come dimostrava il precoce inserimento in prima squadra e il conseguente esordio in maglia nerazzurra, dapprima in serie A nel 2010 e successivamente contro il Werder Brema nell’edizione di quell’anno della Champions League. Su di lui si stavano muovendo grossi club e, anche rimanendo in ambiti italiani, c’era la fila di pretendenti, specie in cadetteria, per assicurarsi le sue prestazioni. Per dire, Santon o Faraoni, giocatori di pari ruolo e di appena un anno più vecchi di lui, sembravano superati nei quadri tecnici da lui.

Finì all’Hellas Verona e io me ne rallegrai tantissimo, perchè avrei avuto modo di vederne e seguirne da vicino le evoluzioni tecniche. Invece, un clamoroso quanto assurdo errore burocratico, lo ha bloccato in pratica fino alla cessione avvenuta poi in prestito al Crotone, nel mercato di gennaio. Ma pure lì le strade erano sbarrate, tanto che la sua stagione agonistica si chiuse con la miseria di una sola presenza da subentrato, fino al ritorno quest’estate alla casa madre nerazzurra, la quale oltretutto ne aveva nel frattempo acquisito la seconda metà dal Genoa, altra squadra co-proprietaria del suo cartellino.

Così Felice, probabilmente con un forte senso di scoramento, si ritrova in sostanza ai margini del grande calcio, isolato in un contesto interista che pure la presenza di Stramaccioni dovrebbe favorire, proprio in virtù della sua massima attenzione nei confronti dei giovani talenti. A meno che Natalino non sia vittima di un qualche infortunio che però al momento non trova riscontri.

Classe ’92, ha tutto il tempo per emergere ma fa specie che, in un periodo in cui finalmente i tecnici italiani si sono decisi a lanciare i migliori rappresentanti di una generazione tra le più interessanti degli ultimi 10 anni, all’appello manchi proprio lui, sulle sue qualità e sulle sue potenzialità era lecito scommettere ad occhi chiusi.

AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2013

A quanto pare è notizia ufficiale e recente che il giovane calciatore Felice Natalino sia stato operato  – con successo, grazie a Dio – operato d’urgenza al cuore. L’ intervento è perfettamente riuscito e l’importante ovviamente è che il ragazzo possa riprendere normalmente la sua vita. Poi solo fra qualche mese i medici scioglieranno le riserve su un suo possibile ritorno in campo da professionista, ma i recenti casi tragici come quello di Morosini forse faranno propendere per il ritiro dall’attività agonistica e, per quanto mi dispiaccia umanamente per un ragazzo dal sicuro avvenire, forse davanti alla salute è meglio così, meglio non rischiare per inseguire un pallone da calcio. In ogni caso, vedremo che diranno i medici che l’hanno salvato. Un grosso, enorme in bocca al lupo al giocatore.

Annunci

6 risposte a “Giovani talenti: che fine ha fatto Felice Natalino?

  1. ciao…a quanto ne so io natalino ha avuto un problema al cuore che lo ha costretto a star fermo…Altrimenti si sarebbe visto in campo, specie per come è messa l’Inter a destra (Zanetti e l’impresentabile Jonathan)

    • ciao rising e grazie per il tuo intervento. Non sono al corrente di problemi simili, anche perchè in quel caso si tratterebbe di cose estremamente serie, che rischiano di porre fine a ogni sogno di gloria di un giovane calciatore. Mi auguro che la cosa sia risolvibile, anche perchè come ricorderai Natalino era davvero qualcosa di più di una semplice promessa. Speriamo di rivederlo in campo. Ciao e grazie del tuo commento

    • ringrazio ciccio per averci linkato questa notizia… sono contento innanzitutto che Felice stia bene. Poi che possa riprendere una vita normale, finanche a poterlo rivedere in campo. In ogni caso, se c’è una cosa che funziona in Italia, nell’ambito calcistico, è proprio l’attenzione e la premura quando si tratta di problemi cardiaci. Natalino è giovanissimo e mi auguro che superi questo momento e che ritrovi fiducia. Il peggio è passato! Forza campione

  2. ciao Robbie, innanzitutto speriamo che guarisca del tutto dai suoi problemi, visto che si tratta di un ragazzo di appena 20 anni, poi se dovesse superare tutto, sono sicuro che potrebbe avere una grande carriera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...