Out of Time: bilancio di ottobre!

E’ prestissimo per tracciare un primo bilancio sulla mia trasmissione radiofonica, eppure mi preme sin da ora scrivere questo post, sia per ringraziare le persone che mi ascoltano, sia per dichiarare ai quattro venti la mia soddisfazione nel poter liberamente trasmettere la musica che da sempre mi emoziona e mi accompagna. Devo dire che in questo è stato fondamentale il responsabile Roberto, meglio noto come “il” dalse, autentico factotum di questa interessante webradio che è Yastaradio.com.

L’emozione è stata vinta dopo la prima puntata, un po’ alla volta mi sto sciogliendo sempre più ma nel mio caso, a mancarmi non sono spirito d’avventura e ambizione a buttarmi nella mischia, nè mi si può tacciare di scarsa loquacità o timidezza. Amo comunicare le cose che per me sono importanti, che significano qualcosa e – perchè no? – magari spalancare le orecchie degli ascoltatori su artisti o gruppi meno convenzionali e meno noti al grande pubblico. Poi, da subito, il mio proclama è stato quello di ispirarmi alle prime radio libere, di valorizzare quindi in qualche modo anche i contenuti (e prova ne è stata la mia seconda puntata, quella dedicata all’editoria), senza tuttavia mai perdere di vista la vera missione della trasmissione, cioè passare buona musica.

Ammetto che il rock italiano, al quale ho già dedicato una puntata e registrata un’altra che andrà in onda tra 2 giorni, ha avuto e avrà un gran peso, e non solo perchè sarà l’argomento di un mio saggio socio-musicale di prossima uscita (credo nei primi mesi del 2013) ma proprio perchè a mio avviso rappresenta un calderone notevole da cui attingere se si ricerca la qualità pura, e purtroppo spesso bistrattata, visto che quando si parla di rock si guarda quasi sempre principalmente all’estero, terreno certamente più fertili per i suoni costellati di chitarre elettriche.

In ogni caso ci sarà pure una puntata dedicata ai cantautori, una alle voci femminili e una al folk, probabilmente pure sulla Motown e sull’indie, come da più parti mi viene sollecitato… e a me l’interazione col pubblico stimola moltissimo, non vedo perchè non dovrei provare ad assecondare i gusti del pubblico, specie se in parte o in più parti, collimano con i miei.

a presto allora, anche se con ogni probabilità finirò le trasmissioni nel 2012, non perchè non abbia il benestare del direttore… anzi, il buon dalse sta “spingendo” perchè questa mia esperienza possa avere un seguito, ma il “problema” è che ho un libro in uscita, un altro da completare e gli articoli sportivi da scrivere… oltre al lavoro ovviamente, che da un punto di vista temporale ma anche prettamente psicologico, mi porta via un sacco di energie.

comunque, non intendo certo abbandonare il microfono e un paio di cuffie, ora che ci sto riprendendo gusto, a distanza di 12 anni dalle ultime mie esperienze in questo senso. Si cresce, si invecchia, si matura (che paroloni!!!) ma una cosa che rimane immutata è la grande passione musicale che mi caratterizza! e allora, continuiamo ancora per un bel po’ ad essere OUT OF TIME!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...