Alberto Baccarin al Borgo a Buggiano: per il giovane talento del calcio italiano comincia la dura gavetta!

E’ notizia recente di calciomercato che l’ex viola Alberto Baccarin, di origine vicentina, sia stato ceduto dai gigliati al Borgo a Buggiano in comproprietà. Trattasi di lega pro seconda divisione, come a dire che per il giovane trequartista la strada comincia a farsi in salita, dopo che a lungo si era parlato di lui, addirittura prima del passaggio alla Fiorentina, come di un fulgido esempio di talento italiano. Tuttavia, Alberto, classe ’93 a Firenze ha deluso le attese, posto che comunque nel suo caso le aspettative fossero davvero eccessive, se andiamo indietro con la memoria di qualche anno e ritroviamo quegli articoli, comparsi non solo sul web ma pure su famosi quotidiani nazionali come la Rosea, in cui veniva indicato come un mix tra Rivera e Kakà. Paragoni che più che ingombranti non si può ma che scattano in automatico tra gli addetti ai lavori, non soltanto per gridare alle nuove sensazioni del calcio italiano, ma anche per cercare di inquadrare un minimo le attitudini e le caratteristiche del giovane virgulto in questione.

In effetti, il giovanissimo Alberto, veniva tenuto d’occhio da più ambienti, compreso quello azzurro delle rappresentative giovanili, che lui ha iniziato a frequentare ben presto, sin dall’Under 16.

Eppure Baccarin, sin dalle sue primissime parole in viola, è parso frastornato da tutto questo clamore e ha giustamente manifestato una sincera umiltà, tanto che sembrava lontano anni luce non solo dal prototipo classico del calciatore, ma anche in riferimento ai coetanei sembrava timido, per nulla esuberante, come comunque l’anagrafe ben suggerirebbe in questi casi.

A disagio con Buso, gioca a sprazzi, oscurato dall’enfant prodige di casa viola Federico Carraro (anch’egli veneto, ma padovano) e si interseca a fatica negli schemi offensivi, visto la sua difficile collocazione tattica. L’ho seguito da vicino nei suoi anni viola, proprio perché conosco gli ambienti calcistici veneti e persone fidate mi parlavano di lui usando aggettivi altisonanti.

A mio avviso però con la Fiorentina gli è sempre mancato qualcosa, forse la giusta capacità di incidere durante la partita. Tecnicamente assai dotato, ha un tocco di palla delizioso, su questo non si discute, ma anche nei due anni completi di Primavera, nello stesso ruolo era parso molto più concreto e con maggiore personalità il brasiliano Matos.

Che dire? Dopo un periodo nelle giovanili in cui non ha espresso al massimo il suo notevole potenziale, ora ci si aspetta con curiosità di capire quanta tenacia in realtà nasconda tra le pieghe di un carattere mite e docile. Inutile aggiungere che in seconda divisione Lega Pro si troverà al cospetto di rudi difensori, di mestieranti che usano le maniere forti, specie con i ragazzini che ci sanno fare con il pallone. Inizia la gavetta ma è quando il gioco si fa duro, che i duri iniziano a giocare… e se si è in possesso di doti tecniche superiori occorre finalmente mostrarle a chiare lettere, senza timore. Il confronto con una realtà professionistica giovane, che non vive con eccessive pressioni il suo torneo, può solo che giovargli, aiutandolo a cercare la propria dimensione calcistica. Tanto, forse tutto, dipenderà da lui, dalla sua voglia, dalla sua determinazione ad arrivare. In fondo non si tratta di una bocciatura, è ancora in comproprietà con la società viola e in passato talenti sopraffini come l’azzurro Diamanti hanno giocato in C/2. E’ la gavetta, la stessa che tocca in sorte a molti giovani campioncini italiani. Ma è anche la selezione naturale che il mondo del calcio da sempre impone.

 

Annunci

2 risposte a “Alberto Baccarin al Borgo a Buggiano: per il giovane talento del calcio italiano comincia la dura gavetta!

  1. Al contrario di Tassi, di cui parli in altro articolo, questo ragazzo non lo conoscevo. Ripartire dalla Lega Pro 2 è durissima, forse per le sue qualità avrebbe meritato quantomeno il gradino superiore, ma anagraficamente parlando il tempo non gli manca. Contesto agonistico ideale per formarsi personalità, carattere, “cattiveria”, tutto ciò che, da quel che ho capito, gli ha finora fatto difetto. Rimango del parere che certi paragoni, oltretutto sul massimo quotidiano sportivo nazionale, siano dannosissimi per la fragile e immatura psicologia di questi ragazzini.

    • ciao Carlo, sinora sì, è mancato proprio il carattere a questo ragazzo che, ripeto, non si è assolutamente montato come alcuni potrebbero sostenere, anzi, al contrario si è lasciato proprio intimidire dai paragoni. Giocare nei Giovanissimi o negli Allievi del Vicenza è diverso, non per sminuire quella bella realtà che ha dato tanto al calcio italiano (basterebbe il nome di Baggio a levar ogni dubbio sulla bontà del vivaio) ma proprio perchè è il tuo ambiente, ovattato, dove sei cresciuto. E se è vero pure che nemo propheta in patria, lo è altrettanto il fatto che misurarsi in una big a livello giovanile come la Fiorentina che in attacco in anni recenti ha schierato Babacar, lo svizzero Seferovic, vincitore di un Mondiale Under 17 con la Svizzera e ora mette in bella mostra Zohore, colored classe ’94 che ha già esordito in Champions capirai bene che la concorrenza si fa davvero altissima. Ha fatto bene la Viola a mandarlo in provincia, ma senza riportarlo in Veneto, perchè Alberto a mio avviso ha bisogno proprio di sudare, di darsi da fare nelle difficoltà.. solo così diventi un giocatore vero, il tempo è dalla sua parte. Di talenti bruciati in quasi 18 anni che seguo da vicino il panorama giovanile ne ho contati tanti, forse troppi, eppure sento che Baccarin ce la potrà fare, se tiene duro. Riguardo agli articoli a sensazione cui ho accennato eccone un esempio illuminante http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=25207

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...