Michelangelo Albertazzi all’Hellas Verona: per il biondo ex prodigio del calcio italiano una grande occasione per dimostrare il proprio valore

E’ notizia ufficiale che Michelangelo Albertazzi, ex giovane promessa del Bologna (classe ’91), sia passato all’Hellas Verona. Che sia quindi lui il nuovo colpo a effetto della squadra gialloblu, dopo che l’anno scorso era riuscito a far esplodere in tutto il suo talento un altro giovane non ancora compiuto come il greco Tachtsidis, ora finito a giocarsi le sue carte alla corte di Zeman?

Può darsi, perchè il giovane difensore centrale (ma che può agire pure da terzino sinistro o raramente da schermo protettivo a centrocampo) di proprietà del Milan è uno di cui si parla un gran bene da almeno 5/6 anni, da quando cioè con gli Allievi Nazionali del Bologna aveva stupito tutti gli addetti ai lavori, emergendo in una compagine che vedeva pure al centro dell’attacco un altro fulgido talento come quello di Fabio Borini, poi passato al Chelsea.

Invece Albertazzi, pagato a peso d’oro dai rossoneri, sta faticando tremendamente a imporsi, e poco importa se sia stato uno dei massimi interpreti a livello di nazionali giovanili azzurre, avendo sempre giocato con atleti di 2 o 3 anni più vecchi di lui. E facendolo oltretutto con grande naturalezza e personalità.

Il biondo difensore che disputò un Mondiale Under 20 nel 2009, dimostrandosi adatto a giostrare in più ruoli, grazie alla sua buona tecnica e alla sua visione di gioco, si stava perdendo per strada, avendo terminato la trafila nelle giovanili milaniste senza guizzi, anzi, forse pure annoiandosi nell’ultima stagione, quando si trovava a comandare una difesa composta da giovani del ’93. Si stava smarrendo più che altro per la mancanza di competitività vera, dopo aver disputato ben 3 anni con la primavera, alla faccia della valorizzazione dei vivai.

Inoltre, scelta a mio avviso azzardata dai dirigenti milanisti, come prima esperienza da professionista, è stato mandato nella Liga, al Getafe, una valida squadra, togliendo le due inarrivabili big del calcio spagnolo. Comparsata, se non un vero e proprio flop, prima di approdare a gennaio al cospetto di una squadra rodata e in piena rampa di lancio come il Varese di Maran, dove era davvero difficile ipotizzare che potesse rubare il posto a esperti e validissimi difensori come Christian Terlizzi o il danese Troest.

Ora una nuova chance, forse la prima vera occasione, per dimostrare a tutti gli effetti il proprio valore, anche se la tifoseria veronese, caldissima e legatissima ai colori, è altresì giustamente esigente e vuole interpreti capaci già dalle prime uscite, come poi è lecito attendersi da un giovane di valore se vuoi fare il gran salto in serie A.

Un grosso in bocca al lupo al ragazzo, che possa trovare un ambiente e un allenatore in grado di valorizzarne appieno le qualità tecniche.. e un consiglio a lui, di rimboccarsi le maniche, di non sedersi sugli allori di una fama ottenuta precocemente: quando di diventa professionisti nulla ti è dovuto, bisogna sempre dimostrare, anche in allenamento, ciò che si è capaci di fare.

Annunci

2 risposte a “Michelangelo Albertazzi all’Hellas Verona: per il biondo ex prodigio del calcio italiano una grande occasione per dimostrare il proprio valore

  1. E’ un nome che in effetti circola da anni, merita fiducia sia da parte della piazza veronese sia da parte del tecnico. E’ un po’ una “vittima” della miopia italiana in tema di calcio giovanile, con particolare riferimento all’inutilità del campionato Primavera per come è impostato adesso.

    • vedremo come si adatterà.. a mio avviso tecnicamente non si discute ma se stai tanti anni senza misurarti in campionati di una certa levatura, corri il serio rischio di perdere fiducia in te stesso. Credo che all’Hellas, considerata la probabilissima squalifica del neo acquisto Pesoli, Albertazzi possa giocarsi ampiamente le sue carte, magari entrando in competizione con un altro giovane di gran prospettiva, già under 20 francese, Huston.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...