Tempo di vacanze: valle Aurina, Riva di Tures. Alla scoperta di posti magnifici!

Quest’estate sono riuscito a trascorrere qualche giorno in pieno relax in una zona che particolarmente mi sta a cuore ma da cui mancavo da un bel po’ di anni: la valle Aurina in Alto Adige, proprio ai confini con l’Austria.

Conoscevo già la zona di Campo Tures, Predoi, Casere per esserci stato in più occasioni quando ero più giovane, ma solitamente per le nostre tappe in alta montagna, io e Mary optiamo per l’altra parte, quella vicina a Merano, spingendosi addirittura fino alle splendide Glorenza e Resia.

Ma sapevo che tornare in Valle Aurina avrebbe comportato molti benefici e soprattutto la possibilità di ammirare una delle vallate più belle, incontaminate e verdi d’Italia.

Mary non è stata delusa, anzi, per entrambi è stata un’occasione quasi per metterci alla prova: abbiamo camminato tantissimo! 🙂

Siamo stati a Riva di Tures, ai piedi del Collalto, cima che supera abbondantemente i 3000 mt d’altezza! Riva è un paesino che sorge a 10 km dal comune Campo Tures, certamente più accessibile e turistico.  A Riva pare davvero di essere fuori dal mondo, in senso buono, si intende… Paese di poche anime, come si evince dal cimitero, di gente nata e cresciuta in montagna, senza fronzoli, o particolari velleità. Mi veniva da pensare, essendo in vacanza, che gli abitanti del luogo nemmeno si preoccupassero o si rendessero conto del caro benzina, dell’afa opprimente che si respira qualche centinaio di km più giù. Divago, evidentemente, ma è proprio il contesto che pare rendere tutto idilliaco. Venivo da una grave malattia, ne ho parlato anche qui. Solo sei mesi fa stavo su un letto d’ospedale, non sapendo nemmeno se ne sarei uscito e in che condizioni. Invece, grazie al cielo, è andato tutto bene e sono riuscito a concedermi insieme alla mia fidanzata questa mini vacanza a cui tenevo tanto. Era da tempo che non camminavo per così tante ore, in salita, al di là dei problemi di ipertensione, di pressione alta o correlati al virus che ho ufficialmente debellato.

Abbiamo girato in lungo e in largo la zona, puntando al rifugio Roma che i più allenati sbrigano come pratica di 2 ore! Noi invece, ne abbiamo messo il doppio di ore, ma ci siamo goduti il panorama mozzafiato, assaporando odori, suggestioni e quant’altro. La temperatura era l’ideale per me, che avrei voluto nascere in Irlanda o a Londra 🙂

15 gradi durante il giorno, si scendeva a 10 la sera (e difatti in albergo in dotazione c’erano i piumoni!), la pioggerellina faceva spesso capolino, nell’ambito di giornate terse e spettacolari. Immancabile inoltre la visita al castello di Campo Tures, peccato non aver visto la presunta stanza in cui – narra la classica leggenda – una ragazza di notte si mette a piangere, spaventando chiunque! In compenso Mary ha provato l’ebbrezza della stanza delle torture, sollecitata dalla giovane guida/interprete.

Stupendi posti, davvero! Occorre ritornarci al più presto: si mangia benissimo, ci si rilassa, si respira aria buona, la gente non è esattamente caciarona ma molto rispettosa del prossimo.

Insomma, viva l’Alto Adige!!!

ps… poco televideo, pochi canali satellitari, Gazzetta a sprazzi, per nostalgia calcistica, in pieno trip calciomercato, ho optato per un mensile sportivo tedesco.. l’hanno presa davvero male l’eliminazione dagli Europei contro gli Azzurri 😉

 

allego volentieri un link suggerito da un amico del luogo.. per saperne di più su questa splendida terra

http://www.valle-tures-aurina.com/

Annunci

4 risposte a “Tempo di vacanze: valle Aurina, Riva di Tures. Alla scoperta di posti magnifici!

    • sì, come ti avevo detto solitamente andiamo proprio dalle tue parti, a Merano, ma avevo voglia di far conoscere a Mary alcune zone inesplorate 🙂 Riva stupenda, davvero! avessimo avuto più tempo, saremmo andati a Salisburgo, città che adoro, sarà per un’altra volta. Poi abbiamo fatto tappa pure a Brunico e a Bolzano, qualche concessione ai negozi del centro bisogna pur farla 🙂

    • ciao Michael, grazie per aver allegato un link sulla tua splendida terra.. poi modifico il mio post e lo aggiungo anche lì. Per me e Mary ogni volta è un piacere soggiornare in Sud Tirol, conosciamo bene i paesi di Merano, Brunico, Resia e appunto Campo Tures per esserci stati più volte. E ogni volta per noi è un rinnovare la magia e lo stupore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...