Scrivere un saggio musicale? Un sogno che presto potrebbe diventare realtà!

Da quando ho ripreso il lavoro a tempo pieno – fortunatamente il periodo di convalescenza dalla malattia è durato meno del previsto, 4 mesi – i momenti per scrivere sono meno frequenti, specie se poi si hanno anche delle cose incombenti (e molto importanti) da mandare avanti spedite, tipo.. che so? I preparativi di nozze 🙂

In ogni caso, durante il periodo di riposo di carne al fuoco ne ho messa tanta, così mi ritrovo non con uno, ma con due nuovi progetti letterari (a esser pignoli anche tre, visto che parlando al telefono con il mio editore, si è ventilata anche un’ulteriore ipotesi– ancora top secret per il “grande” pubblico!).

In teoria non ho fretta per quanto riguarda la pubblicazione del nuovo romanzo. Sento infatti che il tempo di… “Verrà il tempo per noi” non è affatto finito, a giudicare dalla recentissima nuova ristampa, dalle recensioni che appaiono su ibs – e che aumentano settimanalmente, grazie mille davvero – e dalla partecipazione ai primi Premi Letterari di cui ancora non si conoscono gli esiti. Inoltre, ora che sto bene, posso riprendere pure il discorso delle presentazioni abbastanza serenamente: non a caso, ho rivisto due sabato fa la professoressa delle superiori che era molto interessata a ospitarmi a scuola per parlare del mio romanzo ai suoi studenti.

Quindi, alla luce di tutte queste cose, per quanto io abbia iniziato a scrivere il nuovo romanzo (e ne sia molto orgoglioso) direi che al momento è meglio lasciarlo in stand-by e proporlo al mio editore per il 2013, anno a cui in teoria era destinato. La storia è tutta delineata, non ci sono problemi per me a stopparla per dedicarmi maggiormente all’altro progetto di cui Salvatore Giordano è molto entusiasta. Alludo alla mia idea di pubblicare un saggio esistenzialista/musicale sui mitici anni ’90, gli stessi che hanno sancito il mio passaggio dalla fase adolescenziale/giovane a quella adulta. Scrivere un saggio è sempre stato un mio sogno, ho iniziato qualche mese fa a preparare delle schede e… pur non svelando la tipologia di saggio, a metà comunque tra il romanzo, l’autobiografia e la saggistica vera e propria, ne ho riferito prontamente all’editore che mi ha rinnovato il suo entusiasmo e la sua fiducia.

Perciò ora sono concentrato su questo versante, con mia grande soddisfazione, certo di poter consegnare uno spaccato autentico e ben documentato, oltre che “sentito” nel profondo di un’epoca particolarmente ricca e innovativa per il panorama nostrano… e non mancheranno delle “perle” intrise di nostalgia tra le pieghe delle storie, perchè si sa che quando l’età comincia inesorabilmente ad avanzare il ricordo del passato spesso si trasfigura e fa apparire migliori molte cose rispetto al tempo attuale, anche se in realtà mai come in questa fase della mia vita sono ricco di energia positiva e in pieno fermento.

Annunci

2 risposte a “Scrivere un saggio musicale? Un sogno che presto potrebbe diventare realtà!

  1. Di musica te ne intendi, visto tutte le cose che hai postato, e che mi hanno fatto avvicinare anche ad altri generi che non conoscevo …quindi chi meglio di te potrebbe scrivere un saggio su questo argomento? In bocca al lupo per tutti i tuoi progetti (specialmente quelli matrimoniali 🙂 )
    Loredana

    • beh, quelli matrimoniali hanno il loro bel peso 🙂 la macchina si è messa in moto e siamo sorretti da grande entusiasmo! riguardo il saggio sì, era un mio sogno e forse adesso mi sento pronto per il passo! Un romanzo è molto più facile da scrivere, ma tratterò di argomenti che conosco bene, non mi avventurerò di certo in territori inesplorati. Grazie per la fiducia e le belle parole!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...