A lezione di calcio dal Pescara!

Autentica lezione di calcio nel big match di serie B tra Pescara e Torino, che ha visto imporsi gli abruzzesi con i gol dei sempre più protagonisti Immobile e Insigne.

Poca cosa il Toro visto all’opera ieri sera e preoccupa il calo vistoso della squadra di Ventura, specie se paragonata alla splendida vittoria contro il Padova di cinque giorni prima. A questo punto, pur rimanendo saldi al secondo posto, i dubbi e le paure aumentano. Con avversari come Sampdoria in netta ripresa, Varese spettacolare e concreto e le solite Verona e Sassuolo alle calcagna, la promozione diretta, che sembrava davvero a un passo, non è per nulla scontata. Diamo per buono il fatto che il Pescara arrivi primo (e sarebbe una posizione assolutamente meritata, visto la qualità del gioco espressa per tutto l’anno), restano soprattutto Hellas e Sassuolo le minacce più accreditate. Ma se la squadra gialloblu di Mandorlini può godere di un calendario obbiettivamente più facile sulla carta, bisogna anche ammettere che il Verona degli ultimi due mesi assomiglia a una sorta di Dr. Jekyll and Mr. Hyde per come interpreta le gare a seconda che giochi al Bentegodi o in trasferta. I punti arrivano ma la stanchezza appare evidente. Certo, i gialloblu sono “matricole”, seppur di lusso, e un campionato in prima fila non se l’aspettava nessuno alla vigilia ma non si può mollare proprio ora che il sogno della serie A è davvero a un passo. Alla fine per la promozione diretta potrebbe spuntarla il Sassuolo, la squadra (ingiustamente) meno reclamizzata del lotto ma che possiede qualità ed esperienza in gran quantità nei singoli (pensiamo a Missiroli, Sansone, Magnanelli…) e soprattutto quella continuità di rendimento che spesso in serie B fa la differenza. Onore a Pea, un grande allenatore esordiente, bravissimo già nelle giovanili dell’Inter ma forse con meno appeal di Stramaccioni (lo diciamo, per chi non l’avesse capito, con un filo di ironia). Il Toro in pratica dovrà fare la gara su sè stesso, non può dilapidare un vantaggio simile. Avrà un altro scontro diretto dal sapore del thrilling proprio contro il Sassuolo e lì probabilmente i nodi di questa lunga ed entusiasmante serie B verranno al pettine. Da mesi ormai 4 squadre sono in volata per raggiungere la massima serie, un equilibrio che francamente non ricordavamo in tempi brevi. Inutile dire che, per il gioco espresso e la quantità di punti accumulati, meriterebbero tutte la serie A, pur con caratteristiche differenti. Incontrare nei play off compagini come Varese e Sampdoria (la grande favorita della vigilia, che ha saputo incredibilmente svoltare a gennaio con l’arrivo di nuovi giocatori e di un tecnico come Iachini che in B non sbaglia un colpo) diventa tutto un tratto assai complicato.

Che aggiungere infine sul Pescara? Io è dalla primissima giornata di campionato che scrivo che il Pescara riuscirà a salire! Gioca troppo bene, è un uragano, attacca in continuazione, ha la rosa più giovane della serie B e ha un tecnico che, come aveva fatto intravedere a Foggia, nel bellissimo campionato scorso, non ha ancora voglia di sigillare i cancelli del suo luna park, Zemanlandia.

Immobile, spietato come negli anni giovanili alla Juventus, 27 gol e pronto per sfidare i migliori difensori del mondo; i piccoli Insigne e Verratti, che starebbero bene già nelle big, visto che la loro qualità è maggiore di quella di 3/4 dei calciatori visti all’opera quest’anno in serie A; Romagnoli, Capuano, una coppia difensiva giovane ma ricca di personalità e perfetta per i dettami del mister; la sorpresa (l’ennesima della stagione biancoazzurra) Nielsen e Cascione, al massimo del rendimento in carriera, abilissimi in mediana nel fare filtro e supportare il genio di Verratti; Sansovini mai così prolifico e leader e nelle retrovie giovani promesse come gli ex giallorossi Brosco e soprattutto Caprari, un talento assoluto, cristallino, unico.

Sì, il Pescara merita la serie A, giù il cappello!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...