Supergrass: a maggio esce l’album d’esordio del leader Gaz Coombes

La  notizia era un po’ nell’aria, da quando più o meno i Supergrass avevano annunciato che non avrebbero pubblicato il nuovo album, praticamente già bello e finito.

Così, dopo 6 album di inediti e una splendida e ricca raccolta (Supergrass is 10.. assolutamente da recuperare), lo spensierato trio di Oxford ci saluta e si apre a inediti scenari, non meno interessanti.

Infatti, l’ancora giovane leader Gaz Coombes, appena 36enne, è in procinto di esordire come solista e, conoscendone le virtù, sono sicuro che non deluderà i tanti fans che lo hanno sempre stimato.

D’altronde Gaz è una sorta di “enfant prodige” del pop rock di matrice britannica, che ha esordito appena 16enne fondando i Jennifers (c’era già in organico il futuro bassista dei Supergrass Danny Goffey). Un singolo edito per loro, poi due anni di silenzio, fino alla fondazione della nuova band con il batterista Mick Quinn e il fratello maggiore Rob, dapprima però solo elemento esterno.

Il primo album dei Supergrass (nome che nemmeno tanto velatamente strizza l’occhiolino alla marijuana) è già un tripudio di idee, musiche, hit, e mostra chiaramente un talento sconfinato.

Gaz Coombes assurge pure a personaggio, grazie anche alle caratteristiche basette, ma lungi dall’essere un mero fumetto, dimostra di possedere doti di compositore, chitarrista e cantante fuori dal comune che fanno proiettare facilmente il suo album “I Should coco” nel ’95 in vetta alla classifica in Inghilterra. Lui ha appena 19 anni ed è già un nome consolidato della scena britpop, grazie a inni come la spensierata “Alright”, successo fragoroso anche in Italia e Mansize Rooster.

L’album successivo si discosta leggermente dal britpop più facile, inserendo chitarre sempre più elettriche, come ben testimoniano i singoli spacca classifiche Richard III e Sun Hits the sky. E’ un gruppo già maturo ma che non rinnega un’immagine gioviale, anche se i progressi continuano ad essere evidenti, come dall’album successivo, comprendente l’epica e struggente “Moving” e la stonesiana “Pumping on your stereo” dal video divertente e coloratissimo. Pensare che un brano come “Late in a day” li faceva accostare ai Beatles (sentire per credere), ora pure i Rolling Stones a testimonianza del fatto che la maestria negli arrangiamenti e la versatilità del trio era già giunta a ottimi livelli in breve tempo, soprattutto perchè i Supergrass non hanno mai “copiato” nessuno, anzi, da subito hanno trovato uno stile proprio, originale, lontano dalle facili etichette, a parti all’inizio quando persino Radiohead e Placebo venivano a forza inserite nel filone britpop.

Album dopo album, fino all’ultimo Diamonds Hoo Ha del 2008, non hanno mai avuto cadute di tono e ora Gaz si appresta a tentare la carta del solista, sapendo di avere un talento indiscutibile, una verve creativa che non mi sento di mettere in dubbio.

Annunci

2 risposte a “Supergrass: a maggio esce l’album d’esordio del leader Gaz Coombes

  1. sì, in realtà io, grazie a un caro amico “fissato” con la musica inglese come me (Aurelio) ho potuto ascoltare in anteprima i pezzi e sono molto promettenti, direi pienamente in linea con le migliori canzoni del gruppo! niente svolta cantautorale quindi, come spesso si addice ai rocker nostrani quando mollano il gruppo (ogni riferimento a Francesco Renga è puramente casuale! 🙂 )..

    in ogni caso grande Gazzzz!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...